Frutta e Salute dell’Intestino

Secondo uno studio presentato durante il “Congress of the European Crohn’s and Colitis Organisation” del 2016, Il consumo di frutta riduce l’infiammazione intestinale modificando la composizione microbica della flora batterica intestinale.

Sono stati reclutati 172 pazienti con infiammazione intestinale ricorrente, con età media 44,9 anni. Si osservava che un consumo di frutta inferiore a 1,45 porzioni al giorno era associato ad un significativo sviluppo di infiammazione intestinale. Si eseguiva anche l’analisi della flora microbica intestinale e si notava che il consumo di frutta era correlato con la diversità microbica  e con l’abbondanza di diversi gruppi microbici.

Lo studio indica che una notevole diminuzione del consumo di frutta favorisce l’infiammazione intestinale e una corrispondente diminuzione della diversità microbica. Un intervento dietetico con aumento del consumo di frutta può dunque contribuire alla prevenzione dell’infiammazione intestinale.

Scopri di più su Sapere. Il Sapore del Sapere


A cura del Dott. Antonello Sannia, Presidente SIMN – Società Italiana Medicina Naturale e docente di Sapere Academy

Add Comment