Dott. Aldo Cehic

Dottor. Aldo CEHIC

Dottore specialista in odontostomatologia

CONSERVATIVA E PREVENZIONE, ENDODONZIA, CHIRURGIA, PARODONTOLOGIA, IMPIANTOLOGIA,

PROTESI E RIABILITAZIONE ORTODONTICA FUNZIONALE CON METODOLOGIE OLISTICHE DI ORGANIZZAZIONE SPAZIALE DELLA BOCCA.

Diplomato in Odontotecnica
a Trieste il 15/06/1976
maturità professionale 12/10/1979

Laureato in Medicina e Chirurgia
a Verona il 20/08/1985

Specializzazione in Odontostomatologia
a Verona il 10/12/1990

Ci parlerà di…ASPETTI DIGESTIVI E ALCHEMICI

L’uomo si nutre non solo per mantenere biologicamente  vitale il proprio organismo, ma attraverso il processo digestivo egli si nutre anche di principi archetipali che Madre Natura ha disseminato con “amorevole sapienza” nei regni animale, vegetale e minerale. Visto poi che l’uomo é dotato di denti incisivi (come i roditori) che sono utili per “incidere” il cibo, di denti acuminati come i canini (tipici dei carnivori) per lacerare la carne e di premolari e molari, utili per triturare il cibo (tipico dei ruminanti), se ne deduce che l’uomo é un soggetto onnivoro, ovvero é dotato di un sistema nutrizionale di tipo universale. É pur vero però, che ci sono anche dei biotipi costituzionali più inclini a regimi nutrizionali di un tipo invece che un altro. Resta il fatto che l’uomo é un essere che é predisposto per mangiare di tutto.

Bene, oltre l’acqua, di cosa ha bisogno l’uomo per sostenere le proprie esigenze vitali? Di proteine, di amidi, di grassi, di minerali? Certo, ma se fosse così sarebbe sufficiente assumere delle pillole aventi tali componenti e il gioco é fatto! In realtà l’uomo, essendo un’unità fatta di materia, ha bisogno di Energia e di Informazione per soddisfare il proprio progetto vitale. La domanda di fondo é: attraverso quali vie l’uomo si nutre di informazioni, ovvero di frequenze che Madre Natura spartisce con le sue sapienti leggi cosmo-telluriche?

Di fatto, il sistema digerente risulta essere un perfetto laboratorio per l’estrazione non solo dei componenti nutrizionali ma anche di quelli molto più sottili di natura archetipale.

In questo senso i denti non fanno altro che sminuzzare fisicamente il prodotto alimentare ne più ne meno come in laboratorio si sminuzza il prodotto, per lo più vegetale, in modo da facilitare l’estrazione dei principi minerale, energetico e informazionale, alias: Corpo-Anima-Spirito, o Sale-Solfo -Mercurio, detto in senso Alchemico.

La separazione degli Elementi e dei Principi che opera il sistema digerente nei confronti del prodotto alimentare sono analoghe alle operazioni di laboratorio che si fanno per estrarre dalla “Materia Prima” i suoi principi vitali. Ciò che differenzia l’aspetto Alchemico da quello classicamente “Erboristico” é l’unione dell’Alto con il Basso. Con le operazioni di separazione, esaltazione e riunione dei principi di un prodotto si ottiene una “Quinta Essenza”, con la fase Alchemica invece, si unisce alla fine delle operazioni, il Principio Universale contenuto nel prodotto alimentare con la quota libera dello stesso Principio Universale contenuta nell’aria. Alla fine delle operazioni, lo stesso Principio ritrova se stesso attraverso l’unione del prodotto finale del processo digestivo con la quota cattura nell’aria attraverso il sistema respiratorio.

L’incontro dell’alto con il basso, ovvero una sintesi micro-macrocosmica, non é altro un processo di evoluzione di una Materia Prima che diventa Prima Materia. Il che é assolutamente simile al così detto processo di evoluzione interiore, tanto declamato in campo spirituale in cui si ha alla fine di un lungo travaglio esistenziale, lo straordinario incontro con la propria componente divina.

Non per altro gli antichi Egizi avevano immortalato questa via di elevazione interiore con una concatenazione di fasi digestive che vedevano impegnati 3 organi a livello sottodiaframmatico  (stomaco, intestino, fegato) e uno sopradiaframmatico ( polmoni) che a loro volta erano custoditi in vasi speciali chiamati Canopi.

Translate »