Ciliegia

La ciliegia (Prunus Avium) è un frutto semiacido prodotto da un albero della famiglia delle rosacee alla quale appartiene anche il visciolo da cui si ricavano le amarene. Si presenta in due varietà principali: duracine (polpa soda) e tenerine (polpa morbida). Le tenerine sono di colore rosso scuro con succo colorato o colore rosso chiaro con succo incolore. La fase di maturazione va dalla fine di maggio all’inizio di Giugno.

Valori energetici e nutrizionali (per 100g di parte edibile)

Valore energetico 38 kcal

Valori nutrizionali

  • Acqua 86,2 g
  • Carboidrati 9 g
  • Proteine 0,8 g
  • Grassi 0,1 g
  • Fibra 1,3 g
  • Sodio 3 mg
  • Potassio 229 mg
  • Ferro 0,2 mg
  • Calcio 30 mg
  • Fosforo 18 mg
  • Magnesio 23 mg
  • Vitamina A 19 ug
  • Vitamina B1 0,03 mg
  • Vitamina B2 0,03 mg
  • Vitamina C 11 mg
  • Vitamina PP 0,5 mg

Le ciliegie costituiscono un’ottima fonte di potassio e di provitamina A. A livello terapeutico svolgono un’importante azione riduttiva nell’iperuricemia, contribuendo così a contrastare la gotta e l’artritismo collegato all’eccesso di acidi urici nel sangue. Contengono anche un elevato livello di antocianine, che inibiscono i processi infiammatori e svolgono così una funzione antidolorifica, senza avere gli effetti collaterali di medicinali come Aspirina e Ibuprofene.

La sua funzione antiossidante risulta inoltre molto efficace nell’inibire il cancro al colon. Vengono considerate un frutto disintossicante grazie alla loro grande attività diuretica e lassativa. Contengono anche molti minerali e acidi organici, elementi preziosi per chi soffre di demineralizzazione e dolori articolari.

Vanno consumate fresche e mature per garantire la massima assimilazione degli zuccheri e dei principi vitaminici e minerali in esse contenuti. Grazie alla presenza di levulosio, un particolare tipo di fruttosio, possono essere consumate senza problemi anche dai soggetti diabetici.

Curiosità

Nel periodo di piena maturazione delle ciliegie (verso metà Giugno) è consigliabile fare per uno o due giorni un’alimentazione esclusivamente a base di ciliegie: si eliminano così le ultime scorie dall’organismo prima della stagione estiva.

Fonte: “Curarsi con il cibo” – Paolo Pigozzi

“Come curarsi con la frutta” – Vincenzo e Chiara Fabrocini

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »